Abbiamo 27 visitatori e nessun utente online

Si parla della Sfoglia infinita sul blog Libroguerriero

https://libroguerriero.wordpress.com/2016/11/22/barbara-romano/

 

BARBARA ROMANO

barbaraLe tue origini e la tua città.

Sono l’ultima nata di una grande famiglia di panettieri, tutti noi otto figli abbiamo intrapreso il mestiere dell’arte bianca a Bologna.

Cosa rispondevi, da piccola, quando ti chiedevano che lavoro volevi fare?

Volevo fare la ragioniera, occuparmi di contabilità e bilanci, mestiere che ho condotto per un breve periodo.

E adesso cosa dici?

Sicuramente se avessi continuato quel tipo di lavoro avrei avuto una vita più facile, ma forse con meno soddisfazioni?

Quando è iniziata la tua attività?

Nel 1984, da giovanissima.

Come è stato ideato il progetto “La sfoglia infinita”, il libro dedicato all’arte della sfoglia (e non solo) edito da Edizioni del Loggione?

L’idea è nata da Katia Brentani, l’editrice, che ha saputo valorizzare la nostra sapienza e la nostra esperienza accresciute in tanti anni di appassionato lavoro.

Fai parte dell’Associazione Sfogline di Bologna e Provincia. Com’è nata quest’associazione?

L’associazione è nata nel 2011 con lo scopo di divulgare e tutelare “l’arte del mattarello” attività che ci vede impegnate professionalmente nelle nostre aziende.

sfogliaRaccontaci un trucco per una sfoglia favolosa.

Potrei dire la farina, le uova, l’impasto di giusta consistenza, ma in realtà è la passione che porta a muovere le mani come una dolce onda che spiana e che assottiglia! Nel libro avete scritto con molta chiarezza il Procedimento per l’impasto: Mettere la farina sul tagliere e fare una fontana (creare una cavità nel centro). Nel cratere ottenuto rompere le uova e con la forchetta incorporare lentamente la farina nelle uova. Impastare e formare una palla. Lavorarla fino a quando non diventa liscia ed elastica. Fare riposare la pasta fra due piatti almeno due ore prima di procedere a “tirarla”. Sembra facile, eppure non lo è. Perché?
Sicuramente ci vuole molta esperienza come tutti i mestieri artigianali che si apprendono con il tempo, con costanza e con tanto impegno.

  • Visite: 473